Le pagelle del Verona: tra cambi inspiegabili e rigori sbagliati

20.01.2019 19:00 di Anna Vuerich   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Le pagelle del Verona: tra cambi inspiegabili e rigori sbagliati

SILVESTRI 6 Nello spogliatoio gli preparano divisa e scarpini, ma oggi lui dimentica di portarsi da casa quell’aureola che tante volte ha salvato il Verona da pessime figure. Fa il possibile, ma purtroppo non basta.

FARAONI 4,5 Sarebbe stato troppo bello aspettarsi da Faraoni quello che ha fatto Mbakogu dall’altro lato, ma forse si sperava in un po’ più di carattere.

MARRONE 4 Lo 0,5 in più dato a Faraoni è dovuto solo al fatto che ha la maglia fresca di stampa. Per il resto, Marrone e i suoi sembrano privi di midollo, senza Caracciolo tra loro.

DAWIDOWICZ 4 Una delle prestazioni peggiori del campionato. Confuso.

BALKOVEC 4,5 Ci prova un po’ di più dei suoi compagni, ma comunque non c’è la precisione che si vorrebbe da parte sua. Dal 85’ Cissé SV Sebbene giochi solo pochi minuti, ha più estro di molti.

HENDERSON 5 Lo scozzese oggi indossa uno sguardo più truce del solito e prova a impaurire così l’avversario. Purtroppo per lui la tattica non funziona, ma almeno spinge e corre più di molti suoi compagni. Dal 57’ Tupta 6 Non si può dire nulla a questo ragazzo, che oggi entra e ci prova davvero sebbene gli altri 9 compagni in campo siano più fermi degli steward. Uno dei tentativi di tiri in porta è suo.

GUSTAFSON 4 Si porta avanti per Carnevale e indossa i panni de “L’uomo invisibile”. Una delle tante note negative della serata.

ZACCAGNI 5 Corre e sgomita, si fa atterrare molto nel primo tempo e prova a dare una spinta al Verona, arrivando più volte in area di rigore. Per fortuna che Zaccagni c’è.

MATOS 4 Se nell’ultima partita era sempre per terra per i falli subiti, questa volta rimane sempre in piedi. Forse perché non fa molto per meritarsi l’attenzione dell’avversario. Dal 90’ Colombatto SV Si richiedono spiegazioni per il cambio.

PAZZINI 5 Centesima partita con la maglia del Verona per Pazzini. Durante i 90 minuti di gioco, non riesce a spostare i riflettori su di lui e nessuno lo serve a dovere. Ulteriore nota negativa: sbaglia il rigore. Forza capitano, la prossima andrà meglio.

LARIBI 4,5 Si meriterebbe anche lui 4 per il fatto che la prestazione è al pari di quella della maggior parte dei suoi compagni, che oggi non sono entrati in campo con la testa per vincere. Lo 0,5 in più è dovuto al fatto che tutti gli angoli da lui tirati erano ottimi lanci. 

GROSSO 4 L’unico che forse può trovare abbastanza parole per descrivere questa partita è lui. Gli uomini scesi in campo per affrontare l’ultima in classifica hanno avuto un atteggiamento passivo per tutto il gioco. Non si capisce cosa sia stato preparato in queste settimane.