Le pagelle del Verona: Pazzini regala tre punti d'oro ai gialloblù

22.02.2019 23:30 di Enrico Brigi Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Le pagelle del Verona: Pazzini regala tre punti d'oro ai gialloblù

Silvestri 6 Corre un pericolo nel primo tempo quando il tiro a giro di Jalllow lambisce il palo alla sua sinistra. Per il resto ordinaria amministrazione.

Faraoni 6,5 Uno dei migliori. Attento dietro e propositivo in avanti. Conferma i progressi visti a La Spezia. Mette in mezzo il pallone dal quale scaturisce la rete della vittoria.

Bianchetti 6 Nuovamente nel suo ruolo naturale mostra una sufficiente intesa con Dawidowicz. Non commette errori.

Dawidowicz 6 Calaiò e Jallow sono due gran brutti clienti. A volte macchinoso ma pur sempre efficace.

Vitale 5,5 Attento e preciso in fase difensiva. Davanti, non si sa se per precisi ordini di scuderia, si vede poco o nulla.

Gustafson 6,5 E’ lui l’uomo più pericoloso dei gialloblù. Nel primo tempo Micai gli nega la gioa del gol mentre nella ripresa spreca davanti alla porta.

Colombatto 5 Limitato dalla presenza nel suo raggio d’azione di Mazzarani, fatica a trovare spazio. Non riesce a dare geometria al gioco. (dal 60’ Di Gaudio 5,5 Poco appariscente. Nel finale, lanciato in contropiede, ignora Tupta rintanandosi senza motivo in corner)

Zaccagni 6 Meno incisivo del solito. Quando accelera, tuttavia, riesce sempre a mettere in apprensione la difesa avversaria.

Lee 6 Pimpante e animato da voglia di far bene. Tende ad accentrarsi creando un pò di scompiglio nei meccanismi difensivi avversari. Serve a Gustafson una palla gol, putroppo cestinata dall’ex Toro. (dal 80’ Empereur 4,5 Entra a dar man forte a Bianchetti e Dawidowicz quando Grosso passa alla difesa a tre. Trova il modo di farsi ingenuamente espellere in tempo di recupero)

Pazzini 6,5 Dopo quattro panchine consecutive fatica a trovare lo smalto dei giorni migliori. Quando capita la palla giusta risponde presente, da vero uomo d’area, regalando ai gialloblù tre punti d’oro. (dal 42’ Tupta sv qualche minuto per concedere la standing ovation a Pazzini )  

Laribi 5 Un paio di accelerazioni e niente più. Quasi sempre fuori dal gioco. Fallisce all’ultimo giro di lancette la rete del raddoppio. Troppo poco per meritare la sufficienza.  

Grosso 6 Cambia ancora una volta ruoli ed interpreti. La squadra non conferma i progressi evidenziati a La Spezia giocando sotto ritmo e con poca incisività. Meglio dopo il vantaggio quando la difesa avversaria concede qualche spazio in più. Una partita nella quale il risultato conta più del gioco.