Silvestri 6,5 Corre l’unico pericolo quando Paloschi calcia a lato da sotto misura. Per il resto ordinaria amministrazione. Si conferma una sicurezza.

Rrhamani 6,5 Per due volte Berisha gli nega la gioia della prima rete con la maglia gialloblù. Dietro non sbaglia nulla tornando a essere il solito muro invalicabile.

Kumbulla 6,5 L’infortunio è oramai alle spalle. Personalità e concretezza da vendere, anche quando Juric lo sposta sulla fascia sinistra, invertendo la posizione con Gunter.

Gunter 6,5 Inizialmente a sinistra, come sempre, si scambia poi la posizione con Kumbulla. Incrocia i guantoni con Petagna al quale concede poco o nulla.

Faraoni 6 Solita prestazione di corsa e quantità. Subisce, per fortuna senza conseguenze, l’entrata kamikaze di Tomovic che in seguito viene espulso.

Veloso 7 Dopo la sosta natalizia il “Professore” sale in cattedra mostrando ritrovata condizione e ottima visione di gioco. Sceglie sempre la giocata giusta.

Pessina 7 Svolge il compito di vice-Amrabat in maniera egregia. Mai banale, sempre al posto giusto. Si conferma una delle più belle sorprese di questa stagione.

Lazovic 7,5 Deposita la palla sulla testa di Pazzini in occasione del vantaggio mentre da una sua conclusione dai sedici metri, ribattuta, nasce il raddoppio. In mezzo una serie continua di accelerazioni dove diventa quasi imprendibile. Prestazione superlativa.

Zaccagni 6,5 Efficace e concreto in entrambe le fasi. Cerca il gol della domenica con una conclusione a giro da fuori area che esce di poco. A volte eccede con qualche ricamo di troppo. (dal 35’ st Badu 6 rimette piede in campo dopo lunga assenza. La sufficienza è di stima e di auspicio per il prossimo futuro)

Verre 6,5 Alterna ottime giocate ad alcune pause. Tuttavia, le doti tecniche ci sono, il margine di miglioramento pure. Vicino al gol con un forte diagonale dal vertice destro dell'area di rigore. (dal 45’ st Dawidowicz s.v.)

Pazzini 7,5 Prima da titolare, segna un gol e ne sfiora altri due. Esempio vivente di professionalità e attaccamento ai colori. Esce meritandosi la standing ovation del popolo gialloblù. (dal 28’ st Stepinski 6,5  entra con il giusto piglio e alla prima occasione segna il gol che mette in ghiaccio il risultato. Meglio di così.)

Juric 7,5 I suoi sfoderano una prestazione di grande spessore mostrando una condizione psicofisica eccellente che cancella tutti i timori della vigilia, derivanti dalla lunga sosta di ben tre settimane. Lui, poi, ci mette come sempre del suo confermandosi il vero punto di forza di questa squadra.

Sezione: Le Pagelle / Data: Dom 5 Gennaio 2020 alle 22:00
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print