Le pagelle del Verona: nel disastro, Pazzini perde il pelo ma non il vizio

11.11.2018 17:16 di Lorenzo Fabiano  articolo letto 869 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Le pagelle del Verona: nel disastro, Pazzini perde il pelo ma non il vizio

SILVESTRI 5,5 - La punizione di Tonali non la vede nemmeno. Ma dov’era? Sul resto del fardello non ha responsabilità precise

CARACCIOLO 5 - Svarioni e amnesie. Donnarumma è un incubo che gli farà compagnia nelle prossime notti insonni. Non lo salva il gol

MARRONE 5 - Siamo alle solite.  Non è un difensore puro e si vede. Spesso fuori posizione   e incerto. Storia trita e ritrita

EMPEREUR 6 - Nel disastro fa almeno il suo dovere. Suo l’assist a Pazzini. Uno dei pochi a salvarsi dal naufragio

HENDERSON 4 - Lontano dal Bentegodi s’ammoscia. Non pervenuto. Involuzione preoccupante

(dal 1’ st DAWIDOWICZ 5 - Entra nella ripresa. Legnoso, non porta alcun beneficio.  ll suo giallo per simulazione è da Gialappa’s)

COLOMBATTO 5,5 - Prova a prendere inutilmente per mano una squadra che non c’è. Non trova mai il filo. Nervoso

CRESCENZI 6 - Nonostante non sia al meglio, ha il merito di non mollare mai. Ci mette l’anima. Esempio purtroppo poco seguito dal resto della truppa

(dal 37’ st ZACCAGNI sv)

LARIBI 4  - Passeggia in punta di piedi. Dovrebbe fungere da suggeritore per l’inedito duo d’attacco. Non si vede mai. Immobility day

(dal 13’ st MATOS 5,5 - Indietro di condizione, entra senza lasciare il segno. Verrà utile dopo la sosta. Il suo recupero è imprescindibile dalle sorti di questa squadra)

RAGUSA 4,5 - Fumoso fino a essere irritante. Sgroppa e sgroppa senza concludere nulla. È ormai il suo refrain

DI CARMINE 4 - Un fantasma si aggira per Monpiano. Non ne becca una. Palloni  ne arrivano pochini, ma lui fa troppo poco per cercarseli. Stralunato e abulico. Non è questo il Di Carmine di cui ha bisogno il Verona.

PAZZINI 6 - Nel primo tempo fa degna compagnia a Di Carmine. Nella ripresa ci prova con qualche invenzione e quando giunge il pallone buono fa centro. Delle serie, in area il lupo perde il pelo, ma non il vizio. Vista la situazione, è già tanto.

GROSSO 4 - Vara un 3-5-2 con l’inedita coppia Pazzini e Di Carmine. Meglio non va col 4-4-2. Non è solo una questione di modulo se non funziona nulla. Squadra spenta senza identità. La severa bocciatura di un progetto, il suo. Siamo al capolinea. Palla a Setti.