Le pagelle del Verona: il migliore è Buchel

 di Lorenzo Fabiano  articolo letto 934 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Le pagelle del Verona: il migliore è Buchel

NICOLAS 6 - Incolpevole sul gol di Pandev, per il resto è poco impegnato

ROMULO 6 - Si sa, il meglio lo offre da mezzala. Schierato forzatamente esterno basso, si lancia al galoppo mostrando doti di quattrocentista. A tratti la sua corsa ricorda quella del "Caballo" Juantorena. Piedi, polmoni, e tanto cuore. Ci sta che ogni tanto gli si annebbi la vista e gli capiti di sbagliare qualche pallone di troppo 

FERRARI 7- Al rientro gioca una gran partita, con la baionetta tra i denti fino alla fine. Ritrovato

CARACCIOLO 7- Come Ferrari si batte con ardore senza nulla concedere. Tosto

SOUPRAYEN 6,5-  Spinge e difende. Ci mette l’anima. Il pubblico dovrebbe aiutarlo di più. Se lo meriterebbe ogni tanto. Umile e generoso
 

ZUCULINI BRUNO 6,5 -  Le scorie del derby si fanno sentire. Gioca un buon primo tempo con il consueto spirito battagliero. Esce per affaticamento; Aiace a mezzo servizio non è più Aiace e il Verona ne risente

KEAN (dal 1’st) 5 - Non incide, non punge, non graffia. Sempre in ritardo, il suo ingresso non sortisce gli effetti sperati. Di certo un buon frutto, ma ancora parecchio acerbo  

BUCHEL  7,5 - Il migliore in assoluto. E’ l’asse portante del centrocampo. Conferisce solidità e qualità. Si fa apprezzare sia in fase di contenimento che di proposizione. Guardia svizzera.

BESSA 5,5 -  Non è ancora lui. Nel primo tempo cerca la posizione ma mai la trova. Cresce nella ripresa. Ma da lui è lecito aspettarsi di più. Godot

VERDE 5,5 -  Ci dà dentro nel primo tempo, evapora nella ripresa quando si accende la spia della riserva. I casi sono due: o accresce la capacità del serbatoio, o deve imparare a gestire i consumi

LEE ( 26’st) 5 - Una volta si diceva tanto fumo e poco arrosto. Ecco, vale anche stasera

VALOTI 5,5- Deve fare l’incursore tra le linee. Lui ci prova, ma gli manca sempre la giocata decisiva. Incompiuto 

ZUCULINI FRANCO (dal 37’ st) 6 -  Il Bentegodi saluta il ritorno di un suo beniamino. Bentornato Franco!

CERCI 5,5-  E’ l’uomo cui tocca per classe fare la differenza. A sprazzi la fa, ma va a corrente alternata. Finisce con le gomme a terra. Luce intermittente

PECCHIA 6 - La squadra è messa bene in campo. Stasera la coperta è cortina. Lui fa i cambi che deve fare al momento opportuno, ma il risultato non lo premia