Le Pagelle del Verona: Eurogol di Lazovic. I gialloblù espugnano il "Tardini" e conquistano tre punti d'oro.

29.10.2019 22:00 di Enrico Brigi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Le Pagelle del Verona: Eurogol di Lazovic. I gialloblù espugnano il "Tardini" e conquistano tre punti d'oro.

Silvestri 7 Disinnesca diverse conclusioni pericolose con grande prontezza di riflessi. L’imprecisione avversaria, un pizzico di fortuna che mai non guasta e una provvidenziale traversa fanno il resto. Mette la sua firma indelebile sulla vittoria.

Rrhamani 6,5 Gran brutti clienti Gervinho e Karamoh, in particolare l’ex romanista che sfugge via un paio di volte. La prima ci pensa Silvestri, mentre nella  seconda corre in suo aiuto la traversa. Nel finale alza la contraerea in maniera impeccabile.

Kumbulla 6,5 Sbroglia diverse situazioni complicate con la consueta autorità. Impatta a colpo sicuro sul corner di Veloso, solo Sepe gli nega la gioia della seconda rete in serie A. Nel finale si fa valere anche di testa.

Gunter 6 Se la vede con Karamoh che viaggia al doppio della sua velocità. Con qualche affanno di troppo ma pur sempre efficace.

Faraoni 6,5 Dopo il vantaggio di Lazovic privilegia un lavoro di copertura per supportare nel raddoppio Rrhamani durante le incursioni di Gervinho nel primo tempo e Karamoh nella ripresa. Una prestazione, tuttavia, ancora di grande sostanza.

Veloso 7,5 Torna in cabina di regia e con la bacchetta nelle sue mani l’orchestra gialloblù cambia musica. Non soccombe nel duello con Kucka. Disegna con il compasso il corner per la conclusione di testa di Kumbulla. (dal 89’ Danzi s.v. gettone di presenza)

Amrabat 6,5 Uomo ovunque in entrambe le fasi. Si prende un giallo per foga eccessiva. Si conferma pedina insostituibile dello scacchiere gialloblù.

Lazovic 7 Abile a sfruttare un’imbucata di Salcedo, infila nel sette con una staffilata di destro dai 16 metri. (10’) Sfiora il raddoppio quando spedisce al volo a lato un cross dal versante opposto di Faraoni (65’). Meno evidente nella ripresa quando contribuisce ad alzare il muro difensivo. Questa sera è l'uomo più pericoloso dei suoi.

Verre 5  prestazione piuttosto anonima, totalmente priva di spunti interessanti. (dal 61’ Pessina 6  Si invola in una ficcante percussione ma giunto sul fondo viene murato (69’). Pimpante ed efficace in fase di rottura.

Salcedo 6 Ruba la palla a Darmian e innesca Lazovic in occasione del vantaggio gialloblù (10’) Sprizza vivacità sull’intero fronte offensivo. Sorprende il suo cambio ad inizio ripresa. (dal 46’ Zaccagni 5,5 un paio di incursioni delle sue, poi quando il Parma alza la pressione fatica a trovare corridoi per ripartire.

Stepinski 5,5 Ritrova la maglia a titolare dopo lo spezzone con il Sassuolo. Incrocia la spada con Dermaku -  compagno di nazionale di Kumbulla - in un duello fatto di fisico e tacchetti. Bravo quando rincorre per cinquanta metri Gervinho, lanciato a rete, inducendolo all’errore. Il modulo, tuttavia, lo penalizza. 

Juric 6,5 Atteggiamento propositivo sin dal fischio d’inizio. Dopo il vantaggio arretra forse troppo il baricentro correndo qualche rischio, per fortuna ci pensano Silvestri e la traversa. Nel secondo tempo, dopo l’occasione fallita da Lazovic, fatica a ripartire e si rintana  a  difesa dell’area mostrando qualche lacuna nel palleggio a scapito del gioco. La vittoria, tuttavia, era troppo importante.