Le pagelle del Verona: erroraccio di Silvestri, ma non brilla nessuno

Salernitana-Verona 1-0
29.09.2018 19:00 di Giorgia Segala  articolo letto 382 volte
Le pagelle del Verona: erroraccio di Silvestri, ma non brilla nessuno

SILVESTRI 5 – Erroraccio sul gol, non esce e diventa complice di una difesa pasticciona permettendo a Jallow di segnare il gol decisivo.

BALKOVEC 5.5 – Non si occupa di Casasola al momento dell’assist che porta al gol dei padroni di casa.

MARRONE 6 – Gestisce quel che deve, quando deve.

CARACCIOLO 5 – Sbaglia in occasione del gol di Jallow andando a vuoto, errore grave in una gara altrimenti discretamente gestita.

CRESCENZI 6 – Corre moltissimo e infatti verso la fine non ne ha più; si lascia sfuggire Jallow in occasione del gol ma per il resto propone spesso cross interessanti e si occupa discretamente della fase di copertura.

DAWIDOWICZ 6 – Grosso punta molto su di lui e lo ripete anche ai suoi uomini in campo, vuole che tutti i palloni passino dai suoi piedi. Lui non sempre ripaga questa fiducia, ma nel complesso è protagonista di una gara sufficiente.

COLOMBATTO 6 – Un po’ spento rispetto alle scorse gare, non trova il guizzo giusto nonostante ci provi. (ZACCAGNI 5.5 – Sbaglia davanti a Micai e innervosisce gli animi verso la fine della gara, prestazione non memorabile.)

HENDERSON 6 – Va a braccetto con Colombatto: anche lui in calo rispetto alle scorse prestazioni, prova a metterci del suo ma non riesce a fare la differenza. (PAZZINI sv)

MATOS 6 – Parte bene e si ritrova in particolare un’occasione da gol interessante nel primo tempo, cala poi nella ripresa.

TUPTA 5.5 – Primo tempo anonimo, nella ripresa si ricorda di essere in campo e prova a mostrarsi in avanti più volte con assist e tiri, tuttavia senza riuscire. Ci sono ampi margini di miglioramento, deve probabilmente prendere confidenza col campo.

CISSÉ 5.5 – Non riesce ad incidere, probabilmente era troppo presto per scendere in campo da titolare. Aiuta però la squadra come può soprattutto durante le incursioni campane. (LARIBI 6 – Non fa niente di eclatante, ma appena entra dà una scossa alla squadra grazie anche a qualche tiro interessante. Forse poteva fare comodo averlo in campo dall’inizio o almeno da una manciata di minuti prima rispetto al suo effettivo ingresso in campo.)