Le Pagelle del Verona: "Di Carmine su rigore per un pareggio che serve poco."

29.03.2019 23:30 di Enrico Brigi Twitter:    Vedi letture
Le Pagelle del Verona: "Di Carmine su rigore per un pareggio che serve poco."

Silvestri 6 Sente un brivido lungo la schiena sulla conclusione di testa di Carretta. Sulla conclusione di Soddimo, che esce di un soffio, pare ben piazzato. Esente da colpe sulla rete di Mogos. Disinnesca senza problemi un paio di pericoli.

Bianchetti 5 Forse preoccupato dalle incursioni di Migliore non spinge mai.Commette qualche errore di troppo. Non in grande serata.

Dawidowicz 6 Stizzolo non lo impensierisce più di tanto. Rischia una clamorosa autorete per anticipare Montalto. Funziona abbastanza bene l’intesa con Empererur.

Empereur 6 Ingaggia sin da subito un duello ruvido con Carrretta, beccandosi anche un giallo. Nelle due occasioni in cui lo perde di vista la palla finisce fortunatamente di poco a lato.  

Vitale 5,5 Al rientro dopo alcune settimane di stop per infortunio. Mal posizionato quando lascia sfilare il pallone in occasione del vantaggio griogiorosso. Gode di un piede educato grazie al quale mette in centro area alcuni cross invitanti. Cerca la conclusione al volo, da dimenticare.

Gustafson 5  Prima frazione di gara trascorsa in totale anonimato. Meglio nella ripresa anche se non va oltre il solito compitino. Può e deve dare di più.

Faraoni 6 Solito lavoro di rottura tra le linee nemiche. Meno incisivo e propositivo del solito. Si becca un paio di legnate ma resiste impavido. L’impressione generale è che renda di più quando parte da dietro.

Zaccagni 6,5 Fuori dal 22 febbraio a causa di un infortunio muscolare trova subito una maglia da titolare. Conquista il rigore, poi trasformato da Di Carmine, con uno dei suoi consueti inserimenti. Dimostra di essere pedina insostituibile dello scacchiere gialloblù. Cala, giustamente, ad inizio ripresa fino al cambio. (dal 62’ Danzi 5,5 Cerca di dare maggior geometria alle trame di gioco. La cosa gli riesce a sprazzi.)

Laribi 5 Impegna a terra Agazzi nel primo tempo con un diagonale scagliato da appena dentro l’area. Troppe volte fuori dal gioco. Si muove tra le linee ma non combina granchè.. (dal 75’ Henderson 5,5 Dopo alcune convincenti prestazioni parte stranamente dalla panchina. Non trova modo di farsi notare).

Di Carmine 6 Bravo nell’uno-due quando nasce l’azione del rigore. Trasforma il penalty con freddezza. Per il resto, seppur servito con il contagocce, non trova altre occasioni per farsi notare.

Di Gaudio 5 Non cerca quasi mai l’uno contro uno, suo marchio di fabbrica. Gioca abbondantemente al di sotto delle sue possibilità. (dal 82’ Pazzini sv Appena entrato sfiora subito la marcatura di testa. Rinunciare a lui pare sempre un delitto)

Grosso 5 Sorprende l’esclusione di Henderson, meno quella di Pazzini. La squadra mostra come sempre un ottimo palleggio ma fatica enormemente quando si tratta di concludere. Mancano verticalizzazioni e velocità. Nell’arco dei novanta minuti si conta una sola conclusione nello specchio della porta. E per una squadra che ambisce alla promozione non è cosa di poco conto.