Le pagelle del Verona: Caceres è un'ira di Dio

30.12.2017 23:20 di Lorenzo Fabiano   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Le pagelle del Verona: Caceres è un'ira di Dio

NICOLAS 6,5 - Incolpevole sui gol subiti, è autore di interventi provvidenziali che limitano i bianconeri. Attento e sicuro

FERRARI 6 - Non impeccabile in occasione del gol di Matuidi, quando non si fa trovare pronto. Per il resto combatte per novanta minuti. Finisce in riserva

CARACCIOLO 6,5 - Fa il suo dovere fino in fondo. Autoritario
 
HEURTAUX 6 - Pure lui ha qualcosa da farsi perdonare sul primo gol della Juve. Per il resto fa tutto quello che è nelle sue corde.

CACERES  8 - Mostruoso. Il  gol  del momentaneo pareggio, è il giusto premio ad una gara giocata con la baionetta tra i denti. Esce per infortunio. Un trascinatore, un delitto privarsene. Urgente un colloquio con Lotito a chiedere clemenza. Martin nun ce lassà
 
(dal 33’st) PAZZINI SV

ZUCULINI B. 6,5 -  il solito guerriero acheo. Con Dybala non ha riguardi e non disdegna la maniere forti. Nel secondo tempo nulla può quando l’astro argentino sale in cattedra a dettar legge. Non si arrende mai

BUCHEL 7-  ci fosse stato a Udine…rimpianti a parte, l’argine del centrocampo è imprescindibile dalla sua presenza. Bene sia in impostazione che in contenimento. Sostanza

ROMULO 6 - Non è quello del Milan, ma per fortuna nemmeno quello di Udine. Corre e sgroppa come sempre, a limitarlo  ci sono però i difensori della Juventus, non certo gli ultimi arrivati 

BESSA 7 - Buona prova. Fa da raccordo tra Kean e la batteria dei centrocampisti. Il suo ausilio alla manovra è prezioso. Cala nella ripresa, ma complessivamente è autore della miglior prestazione della stagione. Si dà da fare e mette qualità. Luce accesa

(dal 44’ st) CALVANO SV

VERDE 6 - Tanto fosforo, tanta gamba. Soprattutto nel primo tempo è lui a creare i grattacapi alla retroguardia di Allegri. Sfiora il gol con un bel destro che esce di poco sul fondo. Anima  e core
 
KEAN 6,5 - Di fronte alla casa madre  ci tiene a far bella figura. Ci riesce facendo un gran movimento su tutto il fronte dell’attacco. Avrebbe anche la palla del clamoroso raddoppio, ma sulla sua strada trova Benatia a murarlo.

(dal 36’ st) ZUCULINI F. SV

PECCHIA 6 - Il Verona fa tutto quello che può ed esce a testa alta da un confronto impari. Lui se la gioca sul pressing e le ripartenze. Mette la Juve in scacco nella ripresa, ma Allegri ha Dybala, lui no.