L'Arena: "Assurdo convalidare il gol di Pandev"

Chiecchi, Spinale e il brasiliano Adailton hanno commentato la gara nel salotto di TeleArena. Pensiero comune per i tre: «Questo Verona è vivo e non deve arrendersi mai. Si pensa una gara alla volta»
 di Giorgia Segala  articolo letto 436 volte
Fonte: L'Arena
© foto di Federico Gaetano
L'Arena: "Assurdo convalidare il gol di Pandev"

Perfettamente a loro agio nonostante l'occhio vigile delle telecamere. I tre allenatori della Serie D veronese - Chiecchi, Spinale e Adailton - se la sono cavata egregiamente anche nel ruolo di opinionisti di Diretta Gialloblù durante Hellas Verona-Genoa.

Anche nello studio di Telearena, come nella prevista formazione di Pecchia, una defezione dell'ultimo minuto. Al Bentegodi out Martin Caceres, mentre nelle poltroncine della trasmissione assente il tecnico della Virtus Gigi Fresco, sostituito però dal suo secondo, la garanzia Martin Bolzan Adailton.

 

FISCHIO D’INIZIO. Il calcio d'avvio a Telearena idealmente però lo batte Tommaso Chiecchi, mister dell'Ambrosiana. «Condivido le scelte di Pecchia», il primo intervento. «Il modulo con due punte leggere mi convince. È pratico, molto concreto e senza eccessivi ricami nel gioco».

Anche Manuel Spinale, allenatore del Legnago, approva senza riserve dopo i primi minuti di gara. «Ottima intensità per il Verona, la palla gira anche con buona velocità», il suo punto di vista, prima che la partita si incanali sui binari dell'equilibrio.

 

CHE ERRORE. Una parità però spezzata dalla clamorosa topica arbitrale di Damato e del Var Valeri. «Assurdo convalidare la rete di Goran Pandev», si alza deciso il coro di Adailton. «A che cosa serve il Var se non a dirimere questi episodi così netti?», rincara la dose il brasiliano, indimenticata bandiera anche del Verona.

«Gli arbitri», si accodano Manuel Spinale e Tommaso Chiecchi, «qui hanno pescato un granchio colossale. In una sfida così delicata per la salvezza», spiegano, abbandonando per un attimo l'aplomb sulla poltroncina, «un fuorigioco del genere è inconcepibile. La convalida della marcatura inoltre è arrivata in maniera troppo frettolosa. È difficile capacitarsi soprattutto del ruolo del Var. Il replay doveva sanare ogni dubbio. La tecnologia ha toppato. È un dato di fatto».

Il clima nello studio di Telearena si abbassa solamente durante l'intervallo. I tre allenatori seguono anche la ripresa con ardore massimo, quasi comprendendo gli sforzi dei giocatori in campo, ma soprattutto del collega Fabio Pecchia che inserisce anche un centravanti come Kean. «Mossa corretta», evidenziano.

 

RIMPROVERO. L'unico rimprovero invece al cambio di Verde. «Poteva giocare ancora», si spezza l'ideale idillio con il tecnico gialloblù. In studio invece l'accordo procede fino alle battute finali. «Questo Hellas non deve arrendersi», la conclusione di Chiecchi, Spinale e Adailton. «La salvezza è ancora possibile. Deve continuare a giocare una partita alla volta».