GdS, Giampaolo: "Europa? Niente calcoli. Verona avversario rognoso"

 di Giorgia Segala  articolo letto 69 volte
Fonte: Gazzetta dello Sport
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
GdS, Giampaolo: "Europa? Niente calcoli. Verona avversario rognoso"

«Zapata sta bene, ha recuperato». Marco Giampaolo spazza via anche gli ultimi dubbi sulla disponibilità dell’attaccante colombiano contro il Verona. Duvan ha smaltito a tempo di record l’attacco febbrile che lo aveva colpito giovedì e ora freme dalla voglia di giocare. In casa non segna da più di due mesi: Samp­-Lazio 1-­2. E il Verona gli evoca bei ricordi: 4 anni fa gli rifilò l’ultima doppietta in A con la maglia del Napoli.

La Samp ha bisogno dei suoi gol per continuare a cullare il sogno europeo. Dopo l’Hellas, ci saranno 3 scontri diretti con Milan, Udinese e Atalanta.

Ma guai a ricordarlo a Giampaolo: «Bisogna vivere il presente senza stilare nessuna tabella – avverte il tecnico che non ha mai perso contro i veneti – La gara contro il Verona per noi è molto importante. Il pronostico è a nostro favore, ma l’avversario è rognoso».

E alla Samp mancheranno due pedine fondamentali come Praet (infortunato) e Ramirez (squalificato). Al posto del belga giocherà Barreto, mentre l’uruguaiano verrà rimpiazzato da Caprari, già impiegato da trequartista con Crotone e Chievo. «Stiamo gestendo l’assenza di Praet. Dennis comunque sta accorciando i tempi di recupero»

La formazione sarà per dieci undicesimi quella che ha pareggiato col Toro. A sinistra Murru preferito ancora una volta a Strinic. Scelta tecnica, non dettata dal mercato. L’ex napoletano a giugno andrà al Milan. «Strinic, è venuto alla Samp in scadenza di contratto, ma non ci sono dubbi sulla sua professionalità. Murru ha tutto per continuare a crescere. Ho più fiducia io in lui, che lui in se stesso», chiude Giampaolo

 

QUI VERONA Non ci sarà Cerci, ancora non perfettamente recuperato. Mancheranno Zaccagni e Ferrari, ma l’Hellas ritrova in attacco Moise Kean, probabilmente affiancato da Petkovic. Tornano a disposizione i quattro esclusi domenica scorsa per scelta tecnica: Fossati, Heurtaux, Felicioli e Verde.