Padova, Pulzetti: "Hellas il mio trampolino di lancio, siamo carichi per domenica"

22.08.2018 12:00 di Giorgia Segala  articolo letto 307 volte
Fonte: padovasport.tv
© foto di Federico Gaetano
Padova, Pulzetti: "Hellas il mio trampolino di lancio, siamo carichi per domenica"

Le dichiarazioni rilasciate al Gazzettino da Nico Pulzetti, attuale capitano del Padova ed ex giocatore gialloblù:

“Ho un ricordo molto positivo di Verona. Avevo ventuno anni quando sono arrivato al Verona, ed è stato il mio trampolino di lancio perché venivo da un anno in serie C2 con il Castelnuovo: ci fu uno scambio con Papa Waigo al Cesena e io all’Hellas e da lì è iniziata la mia carriera. 

La prima stagione in B è stata davvero importante, perché per me si trattava di un doppio salto di categoria e ho collezionato trenta presenze con un gol. L’annata successiva è stato il campionato cadetto più difficile di sempre con Juventus, Napoli e Genoa ed è stata un’altra stagione molto importante sul piano personale.

Ho anche segnato un gol al Napoli davanti al pubblico veronese, anche se poi abbiamo perso 3-1. Sono stati due anni molto belli nei quali ho imparato tanto e sono cresciuto a livello umano e calcistico, e mi hanno permesso di approdare al Livorno in serie A.

Come arriva il Padova al derby? Intanto quando giochi contro l’Hellas lo stadio è sempre pieno, e verranno anche tanti nostri tifosi. Noi siamo pronti e carichi, vogliamo iniziare bene perché sappiamo che è una partita difficilissima con una delle formazioni che sulla carta è data da tutti come la favorita alla vittoria del campionato. Ma non vogliamo essere da meno: la settimana scorsa abbiamo iniziato a preparare un po’ la partita con l’Hellas, questa settimana sarà fondamentale lavorare nei dettagli. È il nostro esordio in B e vogliamo portare a casa un risultato positivo.

Obiettivi nel campionato? Siamo una neopromossa e l’obiettivo da raggiungere il prima possibile è la salvezza. Sarà difficile e dovremo lavorare duro: per tanti compagni è un campionato nuovo, per cui i giovani ci dovranno dare una mano e anche gli ultimi arrivati dovranno mettersi subito a disposizione come hanno fatto gli altri. Dobbiamo dare il massimo per affrontare al meglio il derby”.