Moras: "A Verona mi hanno sempre aiutato tutti subito. Grazie di cuore"

 di Anna Vuerich  articolo letto 2203 volte
Moras: "A Verona mi hanno sempre aiutato tutti subito. Grazie di cuore"

Ecco le dichiarazioni di Evangelos Moras sulla fondazione benefica #SAVEMORAS:

"#SAVEMORAS è la fondazione che abbiamo creato in Grecia. Sarà pronta a gennaio e come prima cosa farà capire alla gente cosa significa essere donatore di midollo. Non siamo informati bene, è giusto però cominciare così che la gente non abbia più paura di fare una donazione.
Tutti i soldi raccolti andranno poi ad aiutare le persone che ne hanno bisogno.Non si può immaginare quante spese ci siano. Mio fratello si è trovato all'estero ad avere bisogno di cure e fortunatamente noi avevamo la possibilità di cominciarle, ma un'altra persona potrebbe avere difficoltà. Questi soldi aiuteranno quindi tutti coloro che ne dovessero avere bisogno. Questo era il sogno di mio fratello e io devo continuare a portarlo avanti. Essere donatore è una cosa semplice e dovrebbe essere normale.

L'aver perso mio fratello mi ha cambiato la vita, ora vedo le cose diversamente, però mi ha dato una forza ulteriore per continuare il suo sogno e diffondere il suo messaggio. Lui mi dà la forza per continuare qualsiasi cosa, anche il mio lavoro.

Quando mi hanno detto che avevano organizzato questo nuovo parco per il Footgolf non sapevo cosa fosse, ma credo sia un gioco molto divertente. Noi giocatori ci abbiamo provato, ma per ora non siamo stati in grado di farlo bene. Magari quando finirà il campionato verremo tutti insieme a giocare!

Ringrazio tutti coloro che sono stati vicino a me, è bello vedere tante persone da Verona che danno una mano a me e alla fondazione. Qui mi hanno sempre aiutato tutti subito, appena chiedevo qualcosa. Vi ringrazio davvero di cuore, ho così la possibilità di diffondere  il messaggio di mio fratello. Questi 3500€ che abbiamo raggiunto grazie alla giornata di oggi sono i primi soldi che entrano nelle casse della fondazione e quindi speriamo che aiutino un'altra persona a vivere.