Marasco a TuttoHellasVerona: "Con la Juve non è impossibile. Verona? Buon mercato e grande programmazione. Un plauso a Mandolrini"

05.02.2014 14:48 di Michele Zomer Twitter:   articolo letto 3429 volte
Marasco a TuttoHellasVerona: "Con la Juve non è impossibile. Verona? Buon mercato e grande programmazione. Un plauso a Mandolrini"

In vista del prossimo impegno di campionato per la squadra di Mandorlini la nostra redazione ha contattato uno degli ultimi baluardi gialloblù capace di ottenere la vittoria fra le mura amiche del Bentegodi contro la Juventus. Antonio Marasco, centrocampista campano, spina dorsale del Verona targato Prandelli nella stagione '99-'00 sa bene cosa significa portare a termine una grande impresa contro un top club: "Nella partite con le grandi squadre gli stimoli vengono da soli. E' normale che giocare contro una corazzata come la Juventus sarà molto difficile, ma per questo gli uomini di Mandorlini non si dovranno scoraggiare. Unidici ne schiererà la Juve e undici il Verona, sarà una sfida alla pari. I gialloblù non avranno nulla da perdere e quindi potranno affrontare l'avversario a viso aperto. Noi battemmo la Juventus con una grande prova d'orgoglio ed anche in virtù di quel risultato non riuscirono a vincere lo Scudetto. Pensavano di fare un sol boccone del Verona ed invece tornarono a Torino senza punti nel sacco. Una grande soddisfazione che tutt'oggi ricordo con grande emozione. Era una grande Juve dove giocavano campioni come Zidane, Van der Sar, Ferrara e molti altri. Anche adesso è una grande Juve, questa potrebbe essere la prima analogia…"

Per Marasco quella del Verona è una grande stagione, che arriva da scelte passate vincenti e pianificate: "Quando c'è grande programmazione si gettano le basi per costruire un importante avvenire, proprio come sta facendo il Verona. Già tre-quattro anni fa la società aveva iniziato un percorso importante che ora il presidente Setti sta continuando con serietà e dedizione. Questo grande lavoro ha consentito all'Hellas di presentarsi ai nastri di partenza della Serie A con grande convinzione e determinazione, e i risultati ottenuti lo dimostrano. Fino adesso il Verona ha stupito tutti ottenendo molti punti, merito del grande lavoro d'equipe messo in atto dalla società. Un plauso va sicuramente a Mandorlini, che ha plasmato un gruppo eccezionale. Soltanto con un collettivo coeso possono arrivare queste soddisfazioni". 

Un Verona in palla destinato a superare - secondo Marasco - il numero di punti guadaganti nella stagione '99/'00 da Cesare Pranedelli: "La squadra sta davvero molto bene, fisicamente e psicologicamente. Inoltre sapere di avere una buona classifica potrà ulteriormente aiutare nel proseguo del cammino. Quell'anno finimmo il campionato a 43 punti, e disputammo un grande ritorno a differenza di un'andata molto difficile. Questo Verona è già vicinissimo alla salvezza e può riuscire addirittura a fare meglio". 

L'ultimo pensiero è sul mercato, appena concluso: "Il Verona con la cessione di Jorginho ha messo a punto un'importante operazione che consentirà al club di continuare a lavorare con la serenità finanziaria programmata ad inizio stagione. E' normale che dopo il percorso di valorizzazione del giocatore un club come il Verona faccia cassa con la cessione. In entrata sono comunque arrivati tre calciatori importanti che vanno a rinfoltire una rosa già importante. Sogliano sa benissimo ciò che fa, ma soprattutto lavora per la crescita di questa società".