Definire super questo Verona è poco. L'Hellas continua a stupire e lo fa nel migliore dei modi, battendo la corazzata Juventus di Cristiano Ronaldo e piena zeppa di campioni. Non finisce di sorprendere il Verona di Juric che, anche contro i bianconeri, esprime un calcio bellissimo che viene ripagato da tre punti preziosi. Nessuno probabilmente, avrebbe mai pensato che nel trittico di partite contro Milan, Lazio e Juventus, il Verona ne sarebbe uscito indenne. Due pareggi contro Milan e Lazio e la vittoria contro la Juventus. Se si tiene conto che, contro il Milan, il match è stato anche condizionato dall'espulsione di Amrabat, le vittorie potevano essere addirittura due.

Ma va bene cosi, il Verona non molla mai e continua a vincere. Nel 2020, l'Hellas è l'unica squadra a non aver ancora conosciuto la sconfitta e gli avversari fin qui affrontati sono stati SPAL, Genoa, Bologna Lecce, Milan, Lazio e Juventus. Un mix tra squadre che sono in lotta per la salvezza e altre per l'Europa e lo scudetto. Il Verona ne è sempre uscito indenne. Quattro vittorie contro SPAL, Genoa, Lecce, Juventus e tre pareggi contro Bologna, Milan e Lazio. 11 gol fatti e solo 4 subiti. Un ruolino di marcia strepitoso che ha proiettato il Verona fino al sesto ponto in classifica.

Proprio lassù in graduatoria, il Verona inizia a sentire il profumo d'Europa. A dire il vero, da lontano l'aria di Europa già arrivava al Verona che ora pero' la respira a pieni polmoni. Hellas sesto in classifica e che al momento parteciperebbe ai preliminari di Europa League. Nessuno si sarebbe mai immaginato un risultato del genere a febbraio, ma questo Verona ha sorpreso tutti e il merito va alla squadra ma soprattutto a Ivan Juric che ha plasmato i suoi secondo le sue idee di gioco e il suo carattere. E in campo si vede, eccome se si vede...

Sezione: Editoriale / Data: Dom 9 Febbraio 2020 alle 17:30
Autore: Stefano Bentivogli / Twitter: @sbentivogli10
Vedi letture
Print