GdS: "Un finale con i botti". Il riassunto del calciomercato di B

18.08.2018 11:00 di Anna Vuerich   Vedi letture
Fonte: Gazzetta dello Sport
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
GdS: "Un finale con i botti". Il riassunto del calciomercato di B

Il mercato di B s’è chiuso con un grande Spezia, con altri rinforzi tutti stranieri e un giallo. Il d.g. Angelozzi e il d.s. Doronzo sono riusciti a convincere il bomber bulgaro Galabinov dal Genoa: gran colpo. Con lui arriva il giovane fantasista polacco Barigel dal Milan, mentre il giallo è legato a Da Cruz: il contratto per l’attaccante olandese del Parma è stato depositato in extremis e soltanto questa mattina la Lega dirà se sarà accettato o no. E non è finita, perché lo Spezia ha anche trovato l’accordo con l’attaccante esterno Bidaoui (ex Crotone e Avellino): appena avrà sostenuto le visite mediche, il suo contratto biennale sarà depositato (c’è ancora tempo perché il belga-marocchino è svincolato).

IL CASO Quasi tutte le altre squadre di B sono state protagoniste di un finale di fuoco: la prospettiva di un campionato a 19 - ossia più competitivo - ha convinto tutti a rinforzarsi per cercare almeno di salvarsi. E l’ansia per trovare i rinforzi giusti ha fatto salire la tensione, che ieri durante le operazioni al Melia di Milano era palpabile. Il momento più caldo? Quando la Juventus ha comunicato al Palermo che non gli avrebbe più ceduto Clemenza: il fantasista (appena rientrato dall’Ascoli) sarebbe stato dirottato al Padova e il d.s. Foschi è andato su tutte le furie. Lo stesso Padova, inoltre, con il d.g. Zamuner ha ottenuto dalla Juventus anche un altro gioiellino come Vogliacco.

NORD Il Brescia ha ingaggiato in prestito il centrale Romagnoli (Empoli, era a Bologna) e il giovane Belkheir a titolo definitivo dall’Inter. Sempre dall’Inter ufficializzata la cessione alla Cremonese in prestito di Emmers. Il Venezia - preso Citro dal Frosinone -ha deciso di trattenere Zigoni: lo volevano Padova e Juventus B. Da una veneta all’altra: il Verona (molto attivo in precedenza: un mercato top quello del debuttante d.s. Tony D’Amico) si è limitato a ufficializzare Empereur dal Foggia, mentre Fossati potrebbe andare in Spagna al Girona (c’è tempo fino al 31). Il Carpi pensa allo svincolato Raicevic (ex Bari), che ha offerte anche dall’estero.

CENTRO Il Livorno all’ultimo momento non è riuscito a definire l’arrivo di due giocatori come Rolando (Sampdoria, era al Palermo) e Gaudino (Chievo); tuttavia alla corte di Lucarelli è arrivato Fazzi (Atalanta, era al Cesena), mentre nelle prossime ore potrebbe essere tesserato Marilungo (ex Spezia), fresco di risoluzione proprio con l’Atalanta. Finale molto attivo per l’Ascoli che ha definito i quattro rinforzi imbastiti da giorni: Ingrosso (Pisa), Ninkovic (Genoa, era a Empoli), Keba Coly (Roma) e Casarini (Novara): la trattativa per quest’ultimo si è sbloccata grazie allo scambio con Tommaso Bianchi. Scommessa sudamericana per il Pescara: Rodrigo Muniz (classe 2002) dal Deportivo Maldonado; inoltre il d.s. Leone ha scambiato Bunino per Del Sole (un ritorno) con la Juventus, ha ripreso Scalera (l’ex Bari in questi giorni era alla Pistoiese), ha tesserato Ferrante (Brescia, era a Pisa) per girarlo al Fano, mentre è sfumato Scamacca (Sassuolo). Dopo Verre e Gabriel, il Perugia ha completato la sua rivoluzione con il marocchino El Yamiq (Genoa) e il giovane centrocampista Bordin (Roma, era alla Ternana).

SUD Un altro botto finale è stato quello della Salernitana che, dopo aver definito l’arrivo di Migliorini (Avellino) ha convinto Di Gennaro (Lazio) a scendere in B. Definito in extremis un altro colpo del Benevento in attacco: preso Buonaiuto dal Perugia (fedelissimo di Bucchi), mentre è saltato (clamoroso dietrofront del calciatore) l’arrivo di Kaputska dal Leicester, dopo aver sostenuto le visite mediche. Doppietta del Lecce con il terzino Venuti (Fiorentina, era al Benevento) e il centrale Meccariello (Brescia). Infine il Crotone: non è riuscito a riavere Simic dal Milan,maha preso Vaisanen (Spal) e può cedere Budimir in Spagna.