Udinese, Tudor: "A Verona per vincere"

 di Ilaria Lauria  articolo letto 79 volte
Fonte: tuttomercatoweb.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Udinese, Tudor: "A Verona per vincere"

Il tecnico dell'Udinese, Igor Tudor, ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida di domani contro il Verona. Queste le sue parole. Un punto di vantaggio non è poco. Fondamentale la gara di domani? "Si fanno sempre gli stessi calcoli, dobbiamo essere concentrati sulla prestazione. Se facciamo le cose bene arriveranno i punti che ci servono. Sulla carta abbiamo tutte le possibilità di salvarci ma poi ci sono gli avversari e non voglio fare calcoli. Andiamo a Verona per vincere e per fare un buon risultato". L'Udinese si è complicata la vita? "Ripeto, ci sono anche gli avversari. Pensiamo solo alla gara di domani". Avete un problema mentale? "Sicuramente potevamo fare meglio, 20 sconfitte sono veramente tante. Dobbiamo pensare solo a fare risultato, abbiamo lavorato anche sotto il punto di vista psicologico. Siamo a fine campionato e forse cambieremo qualcosa. Devo scegliere coloro che stanno meglio per la partita di domani. Dobbiamo giocare con personalità". Ci saranno parecchie novità di formazione? "Non tante, ma qualcosa cambieremo. Quando dico buona prestazione non parlo di calcio champagne, dobbiamo pensare a fare punti e basta. I risultati si ottengono con una buona difesa, non dobbiamo concedere gol". Come ha visto De Paul contro l'Inter? "Mi piace come giocatore, può dare qualcosa in più dal punto di vista della qualità alla squadra. È bravo a trovare la palla tra le linee e dobbiamo metterlo in condizione di fare il meglio possibile. Lo vedo bene in allenamento, lui ha personalità e spero che domani faccia una grande partita". Vedremo novità tattiche? "Non posso parlarne, vediamo domani". Che partita si aspetta? "Molto difficile. Non importano le cose sulla carta, il Verona darà tutto. I nostri tifosi? Dobbiamo restare tutti uniti, dopo la fine del campionato tireremo le somme. Adesso dobbiamo andare avanti tutti insieme". Come si evitano gli errori individuali? "Devo scegliere gli uomini giusti e poi dobbiamo lavorare in allenamento per cercare di cancellarli. Non parlo di qualità, torno a dire che serve personalità, soprattutto sulle palle inattive. Contro il Benevento eravamo in sette contro tre sul calcio d'angolo e abbiamo preso gol". Su chi punterà domani? "Non posso fare nomi, aspettiamo domani". I giocatori si sono ripresi dopo la batosta contro l'Inter? "Sono abituati a perdere i giocatori (ride ndr). Non dobbiamo pensare al passato ma solo a fare una buona partita".